Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

UN SABATO POMERIGGIO QUALSIASI, CERCANDO DI CHIUDERE UN ESAME.

Sicuramente a tutti è capitata la sensazione di vivere un déjà vu, che potrebbe essere un'esperienza meravigliosa o di panico totale. Io non so se ridere o piangere. Perché mi ritrovo esattamente a circa la metà degli anni '70 dello scorso secolo. Allora erano i compiti di matematica, foglio quasi intonso nei compiti in classe, preparatissima all'orale nel ripetere le regole. Qui, stessa situazione: ho capito il concetto delle espressioni booleane e ti porto mille esempi se me li chiedi... ma vado nel pallone più totale se devo applicarmi a risolverle. E anche qui, ora come allora, ho una compagna di studi che ci ha perso del tempo per spiegarmi il procedimento e, niente, nun ce la pozzo fà .   Cervelli logico-matematici in svendita ne abbiamo? Grazie!

Ultimi post

AHIA ! Ma siamo sicuri che i 60 di adesso sono i nuovi 40?

1969, ultima estate spensierata.

Vita nuova

LE "CIAVATTE", QUELLE COMODE !

QUATTRO APRILANTI...

PRENDI UN UOMO...

AMARE UN LUOGO COME UNA PERSONA? SI, SI PUÒ.

Stretta la foglia, larga è la via, dite la vostra che ho detto la mia

L'albero degli zoccoli, versione 2019

PENSIERI SPARSI