venerdì 27 agosto 2010

COSA SERVE STARE A ROCCA RASIA?


Rocca Rasia è il regno incantato dove l’impegno e il lavoro si fonde anche col divertimento. In fondo i piccoli abitanti che popolano la Piazza Bianca, non sono a senso unico, e salvo qualche eccezione che si conta però sulla punta delle dita, tra di loro si osservano e socializzano anche al di fuori dello scopo per cui sono qui, ed essendo di varie nazioni e lingue, può anche capitare di sentire una piccola esclamare: “Mamma! Che forza quella ragazzina spagnola!” E tu ti aspetti che prosegua il discorso raccontandoti mirabilie dei suoi esercizi ed invece ti senti raccontare con dovizia di particolari come riesca si, in qualcosa, MA CHE RIGUARDA LA SPECIALITA’ DI ROTEARE GLI OCCHI ALL’INDIETRO MOSTRANDO SOLO IL BIANCO!
Anche questo fa parte dello spirito che anima questo luogo, dove tutti sono qui per imparare ma anche per conoscere e fare amicizia con coetanei di altre contrade anche molto molto lontane.
A Rocca Rasia si è pensato a tutto, ed anche agli accompagnatori dei piccoli abitanti di Rocca Rasia sono riservate lezioni particolari, non nella Piazza o nei suoi pressi, ma in un altro Palazzo, abbastanza lontano senza che i piccoli ne abbiano nozione alcuna, poiché lo scopo di tali impartimenti si scoprirà nel corso dei mesi a venire, quando gli accompagnatori, rientrati dal Regno alle proprie contrade, rinnovelleranno lo spirito di Rocca Rasia negli animi che si svigoriranno.
Intanto sono pronti i candidi fogli con i turni d’oggidì e sarà una giornata lunghissima poiché nel momento in cui la sera si fonde con la notte, i giovani vestiranno i loro abiti più belli, cancelleranno la fatica dai loro volti e parteciperanno alla cerimonia della consegna delle pergamene che saranno orgogliosamente mostrati a tutti e che dichiareranno che si, anche quest’anno siamo venuti ad animare questo regno.
In tutti gli accompagnatori è palpabile comunque la curiosità di conoscere come dovranno essere vestiti i principini e le principesse, e ci si augura che almeno oggi, l’arcano venga svelato in tempo rapido da consentire eventuali accomodamenti di chi si trovasse sprovvisto di qualcosa…

Once I was happy.....

Descrivere si può, tradurre è più complesso. Posso descrivere un avvenimento, un paesaggio, usando le parole come pennelli su una tavoloz...